I 37 Standard Internazionali

STANDARD INTERNAZIONALI PER I PROGRAMMI CLUBHOUSE

ESSERE SOCIO

  1. L’adesione è volontaria e senza limite di tempo.
  2. La clubhouse detiene il controllo sull’accettazione dei suoi nuovi soci. L’associazione alla clubhouse è aperta a chiunque abbia una storia di malattia mentale, a meno che tale persona non costituisca al presente una minaccia significativa per la sicurezza generale della clubhouse.
  3. I soci scelgono sia il modo in cui utilizzare la clubhouse, sia la persona dello staff con cui lavorare. Non esistono accordi, contratti, programmi o regole intesi a forzare la partecipazione dei soci.
  4. Tutti i soci hanno eguale accesso ad ogni opportunità della clubhouse senza alcuna differenza basata sulla diagnosi o sul grado di funzionalità
  5. I soci sono coinvolti, a loro scelta, nella stesura di tutti i documenti che riflettono la loro partecipazione alla vita della clubhouse. Ogni documento deve essere firmato sia dal socio, sia dal personale.
  6. I soci hanno il diritto di immediato ritorno nella comunità della clubhouse dopo qualsiasi periodo di assenza a meno che il loro ritorno costituisca una minaccia per le persone e le cose nella clubhouse.
  7. La clubhouse fornisce un efficace sistema di controllo con soci che non stanno frequentando, che si stanno isolando dalla comunità o che sono ricoverati.

RELAZIONI

  1. Tutte le riunioni della clubhouse sono aperte sia ai soci o solo per il personale. Non esistono riunioni formali solo per soci o solo per il personale, nelle quali siano discusse decisioni sul programma o temi riguardanti i soci.
  2. Il personale della clubhouse è sufficiente per assicurare l’impegno di tutti i soci, ma abbastanza ridotto da rendere impossibile l’adempimento delle sue responsabilità senza coinvolgimento dei soci.
  3. Il personale della clubhouse ha ruoli generici. Tutto il personale condivide le responsabilità di lavoro, di alloggio, delle iniziative serali e del fine settimana, delle vacanze e delle unità di lavoro interne. Il personale della clubhouse non suddivide il suo tempo tra la clubhouse e altri impegni di lavoro significativi.
  4. La responsabilità del funzionamento della clubhouse è dei soci e del personale e in ultima istanza del direttore della clubhouse. Pertanto è di centrale importanza l’impegno dei soci e del personale in ogni aspetto del funzionamento della clubhouse.

 

SPAZIO

  1. La clubhouse ha la propria identità, compresi il proprio nome, indirizzo postale e numero di telefono.
  2. La clubhouse è situata nel proprio spazio fisico. È separata da qualsiasi centro per la salute mentale o ambiente istituzionale, ed è impermeabile ad altri programmi. La clubhouse è progettata per facilitare la giornata strutturata dal lavoro e al contempo per essere piacevole, di grandezza adeguata e per fornire un senso di rispetto e dignità.
  3. L’intero spazio della clubhouse è accessibile ai soci e al personale. Non esistono spazi riservati solo ai soci o solo al personale.

LA GIORNATA STRUTTURATA DAL LAVORO

  1. La giornata strutturata dal lavoro impegna soci e personale insieme, fianco a fianco nella gestione della clubhouse. La clubhouse è focalizzata su forze, talenti e abilità; pertanto la giornata strutturata dal lavoro non deve comprendere ambulatori, servizi di day-hospital o programmi terapeutici all’interno della clubhouse.
  2. Il lavoro svolto è esclusivamente il lavoro generato dalla clubhouse nel suo funzionamento nel potenziamento della propria comunità. Non è accettabile dalle clubhouse alcun lavoro per agenzie o individui esterni, remunerato o gratuito. I soci non sono pagati per alcun lavoro nella clubhouse e neppure esistono altri sistemi di compenso.
  3. La clubhouse è aperta almeno cinque giorni alla settimana. La  giornata strutturata dal lavoro segue i normali orari di lavoro.
  4. La clubhouse è organizzata in una o più unità di lavoro, ciascuna delle quali ha sufficiente personale, soci e attività di lavoro significative per sostenere una giornata piena e impegnativa. Le riunioni delle unità sono tenute per favorire le relazioni e per organizzare e pianificare il lavoro della giornata.
  5. Tutto il lavoro della clubhouse è inteso ad aiutare i soci a riacquistare stima di sé, obiettivi e fiducia; non è inteso come formazione professionale specifica.
  6. I soci hanno l’opportunità di partecipare a tutto il lavoro della clubhouse, inclusi l’amministrazione, la ricerca, l’accettazione e l’orientamento, la gestione dei contatti, l’assunzione, la formazione e la valutazione del personale, le relazioni pubbliche, la tutela e la valutazione dell’efficacia delle clubhouse.

LAVORO ESTERNO

  1. La clubhouse mette in grado i suoi soci di tornare a lavoro retribuito attraverso il Lavoro Temporaneo Di Transizione (LTT), il Lavoro Supportato (LS) e il Lavoro Indipendente (LI); per questo motivo la clubhouse non fornisce un impiego ai soci tramite attività commerciali interne, imprese specifiche per i soci o gruppi di lavoro protetti.

Lavoro Temporaneo di Transizione – LTT

  1. La clubhouse offre il proprio programma di Lavoro Temporaneo di Transizione, che fornisce, quale diritto dei soci, l’opportunità di lavorare in postazioni di lavoro nel commercio, nei servizi e nell’industria. Quale caratteristica determinante del programma LTT, la clubhouse garantisce la copertura di tutte le postazioni durante l’assenza dei soci. Inoltre il programma LTT risponde ai seguenti criteri:
  1. Il desiderio di lavorare è il più importante tra i fattori determinanti per l’opportunità di un collocamento.
  2. Le opportunità di collocamento resteranno accessibili a prescindere dal successo o dal fallimento delle esperienze precedenti.
  3. I soci lavorano presso l’azienda del datore di lavoro.
  4. I soci vengono pagati direttamente dal datore di lavoro, conformemente allo stipendio medio di mercato e comunque non al di sotto dello stipendio minimo.
  5. Le postazioni LTT vengono scelte all’interno di un’ampia gamma di opportunità di lavoro.
  6. Le postazioni LTT sono part-time e limitate nel tempo, generalmente dalle 15 alle 20 ore settimanali, per un periodo tra i 6 ei 9 mesi.
  7. La selezione e la formazione dei soci per LTT è responsabilità della clubhouse e non del datore di lavoro.
  8. I soci ed il personale della clubhouse preparano delle relazioni sui collocamenti LTT per tutte le agenzie competenti che si occupano di sussidi e di soci.
  9. Le postazioni LTT vengono gestite dai soci che dal personale, non da specialisti.
  10. Non esistono postazioni LTT all’interno della clubhouse. Postazioni LTT di un’eventuale ente promotore devono essere fuori sede rispetto alla clubhouse corrispondere a tutti i criteri sopraccitati.

Lavoro Supportato e Indipendente-LS e LI

  1. La clubhouse offre propri programmi di impiego supportato e indipendente; assiste e da sostegno ai soci nell’ottenere, mantenere e, in seguito, migliorare il loro impiego. Come caratteristica essenziale dei programmi di impiego supportato, la clubhouse mantiene continue relazioni con il socio lavoratore e il datore di lavoro. Soci e staff definiscono il tipo, la frequenza e il ruolo del sostegno desiderato.
  2. I soci che lavorano indipendentemente continuano ad avere accesso a tutti i sostegni e le opportunità offerte dalla clubhouse, inclusa l’assistenza nella tutela dei diritti, in questioni abitative, sanitarie, legali, finanziarie e personali, oltre alla partecipazione ai programmi della sera e del weekend.

FORMAZIONE

  1. La clubhouse assiste i soci nel perseguire i loro obiettivi professionali e formativi, aiutandoli a sfruttare le opportunità di formazione presenti nella città. Oltre a questo, le clubhouse forniscono programmi formativi in loco che utilizzano significativamente le abilità di insegnamento e di tutoring dei soci.

SERVIZI DELLA CLUBHOUSE

  1. La clubhouse è situata in una zona dove è garantito l’accesso ai mezzi pubblici, per raggiungere sia la clubhouse, sia le postazioni LTT. La clubhouse provvede o organizza alternative efficienti laddove l’accesso ai mezzi pubblici sia limitato.
  2. I servizi di supporto sociale sono forniti dai soci e dal personale. Tali servizi sono erogati all’interno delle unità di lavoro della clubhouse. Includono: l’aiuto a conseguire titoli di studio, servizi di residenzialità, tutela dei diritti di cittadinanza, la promozione di stili di vita salutari, così come l’assistenza nel trovare servizi medici, psicologici, farmacologici e di trattamento dell’abuso di sostanze, di qualità nella comunità.
  3. La Clubhouse fornisce assistenza, attività e opportunità mirate ad aiutare i Soci a sviluppare e mantenere stili di vita salutari.
  4. La clubhouse si impegna nell’assicurare un’ampia scelta di alloggi sicuri, dignitosi ed economici, ed ogni altra opportunità di vita autonoma per tutti i soci. La clubhouse ha accesso ad opportunità di alloggio che corrispondono a questi criteri, o, nel caso non fossero disponibili, la clubhouse sviluppa un proprio programma per gli alloggi. I Programmi Alloggio delle clubhouse rispondono ai seguenti criteri:
  1. I soci ed il personale gestiscono il programma insieme.
  2. I soci che usufruiscono del servizio, lo fanno per libera scelta.
  3. I soci scelgono l’ubicazione del loro alloggio e le persone con cui condividerlo.
  4. Regole e procedure vengono sviluppate in maniera coerente con la filosofia clubhouse.
  5. Il livello di sostegno aumenta o diminuisce in accordo con le necessità variabili del socio.
  6. I soci ed il personale si impegnano attivamente per aiutare i soci a mantenere i loro alloggi, specialmente nei periodi di ricovero.
  1. La clubhouse svolge regolarmente una valutazione oggettiva della propria efficacia.
  2. Il direttore della clubhouse, i soci, il personale ed altre persone adatte partecipano ad un programma di training di tre settimane sul Modello Clubhouse presso un centro di formazione certificato.
  3. La clubhouse offre programmi ricreativi e sociali alla sera e/o nei weekend. Le feste vengono celebrate il giorno stesso in cui cadono.

FINANZIAMENTO, GESTIONE E AMMINISTRAZIONE

  1. La clubhouse ha un consiglio d’amministrazione indipendente, o, se è affiliata ad un’agenzia promotrice, ha un comitato consultivo composto da persone nominate specificatamente per fornire supporto economico, legale, legislativo, del consumatore e sociale e per il patrocinio della clubhouse.
  2. La clubhouse sviluppa e mantiene il proprio budget ,approvato dal consiglio o dal comitato consultivo prima dell’inizio dell’anno fiscale e monitorato regolarmente durante l’anno fiscale.
  3. Gli stipendi del personale sono competitivi rispetto a posizioni paragonabili nel campo della salute mentale.
  4. La Clubhouse gode del sostegno delle autorità competenti e dispone di tutte le licenze e gli accreditamenti necessari. La Clubhouse collabora con persone e organizzazioni che possono accrescerne l’efficacia a largo raggio nella comunità.
  5. La Clubhouse organizza riunioni aperte e usa procedure che mettono in grado i soci e il personale di partecipare attivamente al processo decisionale, generalmente attraverso il consenso, riguardante gestione, regolamentazione, direzione e sviluppo futuri nella Clubhouse.